venerdì 9 novembre 2012

Sempre più complicati

Qualora gestirsi la vita con due figli, quattro cani, un gatto, i pappagalli, i pesciolini, il lavoro fuori provincia e la malattia mentale che mi obbliga a trovarmi ogni tre mesi un nuovo hobby costoso e impegnativo (l'attuale è l'uncinetto, sbloggherò) non fosse sufficientemente complicato...

... mi si è rotta la mamma. A livello della testa del femore.

Per inciso, la mia mamma non ha altri parenti oltre a me e vive sola a Milano.

Mi è sembrato opportuno evitare che lei affrontasse questa cosa da sola, e l'ho costretta a trasferirsi presso un ospedale qui vicino. Dove le viene garantita un'ottima assistenza ortopedica, con enormi punti interrogativi sull'organizzazione del percorso riabilitativo per via del fatto che non è residente.

Dico "costretta" perchè lei avrebbe preferito di gran lunga rimanere a Milano, e poi eventualmente in una qualche residenza riabilitativa delle suore sadiche in un qualche punto delle montagne lombarde, abbandonata a sè stessa a lamentarsi dell'assenza di quella stronza di sua figlia. Però almeno, dice lei, le suore sadiche gliele avrebbe passate la mutua.

Anche io, se proprio lo volete sapere, avrei preferito non averla fissa in casa per un periodo indefinibile.

Ma così sarà, se vi avanza una preghiera mandatecela. A me, ma soprattutto ai bimbi. Sette anni di duro lavoro per illuderli di avere una nonna normale stanno per andare in frantumi.

Per ora è in ospedale, a riprendersi dall'intervento che è andato benissimo. Presto comincerà a corrermi dietro, ed avrà pure una gamba bionica con cui farlo.

Ho molta paura.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

In bocca al lupo...magari però scopri che in realtà non è VERAMENTE come ti è sembrata per tutta la vita...ah, no, dici?

in realtà ero passata per dirti che Giulia havisto le foto delle torte decorate con pasta di zucchero...e me ne ha chiesta una neanche troppo complicata (ad occhio e croce, dodici ore di lavoro...)ho giusto sei mesi di tempo per allenarmi e rimpiangere le cialde industriali decorate!
Auguri alla mamma per una pronta guarigione (per il bene di tutti voi! )
Mari

Vite Complicate ha detto...

Mari, ti dico solo che dal suo letto in ospedale ha già stabilito come dovrà essere modificato l'arredamento di casa mia per accomodarla degnamente :-DDDD

Sulla pasta di zucchero ti ricordo che si conserva praticamente all'infinito, quindi puoi anche preparare una decorazione al mese e assemblare la torta all'ultimo momento ;-) Hai una foto della torta da realizzare? Sono curiosa !!!!!

Mari ha detto...

ehm....come faccio a postartela?
Mi sa che avevi ragione ad avere paura...ma non temere, i tempi di ripresa sono solo di 45 giorni!!! massima solidarietà!

Vite Complicate ha detto...

Non c'è un'immagine simile su Internet?

Mari ha detto...

Non saprei, l'abbiamo lurkata da un profilo fb aperto...la base non è difficile, è verde con i fiorellini....è l'orsetto quasi a grandezza naturale in 3D che mi preoccupa...come sta tua mamma - e tutti di conseguenza?

Vite Complicate ha detto...

Ohmamma, il 3D mi terrorizza... ma so che su youtube ci sono molti tutorial per torte a forma di orsetto... perchè se deve essere grande come un orso vero non userei il fondente... altrimenti poi ti serve CSI per dividerlo tra gli ospiti, che ovviamente TUTTI vorranno il pezzo di orso ;-)

La mamma sta bene, è ancora ricoverata, in attesa di spostarsi nel reparto di riabiliazione. Sono tutti entusiasti della grinta che ci sta mettendo per riprendersi in fretta.

Non intendo esternare circa il mio entusiasmo all'idea che con la stessa grinta mi stia dettando l'elenco delle cose che si aspetta da me, dalla mia casa e dalla mia famiglia nel momento in cui verrà qui.

Preferirei dover ospitare la regina d'Inghilterra!!!!!