lunedì 20 maggio 2013

Costruisco casa, speranzosamente /1.

Ai miei tempi le Barbie erano bambole piuttosto più costose di quanto non siano oggi.

Prima di rendermene conto, ho commesso il clamoroso errore di comprare, con molto anticipo sull'interesse della Pulce, un paio di Barbie a un euro al mercatino dell'usato. Contemporaneamente, mia suocera ha avuto la mia stessa idea.
Contemporaneamente, mia madre decideva di guadagnarsi il titolo di Prima Nonna Che Regala Alla Nipotina La Sua Prima Vera Barbie Nuova Di Zecca E Piena Di Accessori.

Nel frattempo, pur avendo noi specificato per iscritto che la Pulce per il suo compleanno avrebbe tanto
Una somiglianza in effetti c'è. Fisico a parte, mannaggia! 
gradito un bambolotto a forma di Principessa Quattrenne, la mamma che ha comprato il regalo da parte della classe ha ritenuto che la Pulce avrebbe potuto godersi di più una Barbie. Tantopiù che aveva spottato un abbinamento di Barbie Madre-e-Figlia che in effetti somigliavano parecchio a me e alla Pulce. A queste due meravigliose signorine, per far buona misura e per non deludere la voglia di principesse della festeggiata, si sono aggiunte Biancaneve, Cenerentola e Ariel, in formato Barbie, vestite da ballerine classiche. Ah, e Babbo Natale aveva appena portato Merida e il suo cavallo.

Dato che la Pulce con le Barbie ancora ci gioca molto poco, tutto questo Ben di Dio potrebbe stare ben chiuso in uno scatolone in cantina in attesa del suo giorno per essere goduto. Ma purtroppo no, non si può. Perchè la Pulce, stufissima di essere la più piccola della classe, si è data questo obiettivo di possedere/fare/adorare tutto ciò che possiedono/fanno/adorano le sue amichette.
Il lato positivo è che ha praticamente già imparato a leggere e scrivere, tutto da sola, guardando come fanno le bambine di gennaio.
Il lato negativo è questo enorme scatolone da rovesciare ogni giorno per guardarci dentro senza giocarci, che a sua volta contiene altre scatole: una per le Barbie, una per i vestitini, una piccola per quelle minuscolissime scarpette. E sul fondo, il cavallo,  la spazzola, il pettine...
E in mezzo, il "questo lo vorrei tanto" davanti a tutte le pubblicità degli arredi voluminosi per le Barbie. A cui ovviamente rispondo "si, certo, quando avrai dimostrato di saper tenere in ordine tutte le cosine della Barbie".
E dietro, e di fianco, tutti gli altri giochi ingombranti che non possono assolutamente essere mandati in cantina: i passeggini dei bambolotti, il carrello della spesa...

Laddove le idee per i Lego fioccano, non sembra che le mamme ordinate&organizzate del web abbiano tirato fuori chissà che geniale progetto per tenere tutte le cose di Barbie insieme in uno spazio limitato, organizzato e visivamente gradevole.

Quindi, ho iniziato a pensarci io.

E non so se vi ho mai detto che non solo mio suocero è un grande appassionato di bricolage falegnamistico, ma è anche bravissimo a costruire case di bambola. Concentrandosi prevalentemente sugli arredi, che tutto sommato sono la parte più difficile.

Quindi, che sarà mai prendere un progetto da Internet, modificarlo un po' e farglielo copiare.

Per ora, l'ho briffato sulla struttura, apportando lievissime modifiche funzionali a questo progetto qui:


L'obiettivo è di costruire un oggetto che sia:

- Una classica casa-per-bambole, ma in una misura adatta a giocarci con le Barbie (generalmente le doll's houses di legno hanno i soffitti più bassi).

- Un sistema per l'archiviazione "ragionata" di bambole, vestitini, accessori e arredi vari.

- Una oggetto un po' più bello ed originale della classica casa plasticosa di Barbie, e soprattutto che non richieda altrettante bestemmie per il montaggio .

La consegna è prevista per il compleanno della Pulce (che sta partecipando fin troppo attivamente alla progettazione), sicchè abbiamo quasi sei mesi di tempo.

Nei quali vi invito a condividere con me tutta la vostra esperienza... e anche le vostre idee per tenere ordinato questo meraviglioso mondo parallelo...

(segue)




4 commenti:

Mari ha detto...

Non vorrei smorzare il tuo entusiasmo, ma potresti ritrovarti con una meravigliosa casa vuota e le barbie con annessi e connessi in perenne trasloco...sarà che le nostre sono 26+4, e ci vorrebbe un condominio... ;)

m@w ha detto...

Come accennavo nel post precedente, secondo me bisogna vedere se la necessità di tenere in ordine le cose è una necessità delle mamme ordinate&organizzate che si traduce in ore passate a suddividere pezzetti di lego in maniera maniacale e poco rilevante per chi ci gioca.
Quando vagheggiavo su una casetta per le bambole la pensavo per bambole più piccole proprio per allontanare nel tempo l'arrivo delle orride Barbie e delle loro cugine dalla dubbia moralità. Anzi la pensavo come una casa/fattoria in cui potessero convivere esseri umani (o animali antropomorfi) ed animali. Non ci abbiamo nemmeno provato, visto il quasi totale disinteresse dei miei figli per le bambole e le riproduzioni di animali. La nostra famigliola umana ha occupato abusivamente lo scomparto di una expedit assieme ad una coniglia madre single e ad una gatta adolescente probabilmente scappata da casa. Dormono tutti promiscuamente sul pavimento o forse sono caduti in coma etilico dopo l'ennesima litigata furibonda durante la quale hanno sfasciato i mobili della cucina.

Vite Complicate ha detto...

Mari: mi sento male.

M@w: i miei figli sono un po' come me sul lato ordine e organizzazione: conviviamo serenissimamente con il casino più estremo, ma poi ci pigliano degli inca22i epocali quando cerchiamo qualcosa che non troviamo. Ragion per cui, fino ad ora, il metodo di archiviazione "a scatole tematiche" funziona ed è semplice da capire e tenere in uso (per tutti tranne che per il papà, ma vabè). Il punto è che i giochi della Pulce (bambolotti prima, Barbie e arredi Legofriends montati ora) non fittano nelle scatole che fittano nella nostra libreria... quindi la casetta apposita per le Barbie è al momento l'unica soluzione che vediamo. Spero di svelarvi presto gli ulteriori dettagli del progetto. Sono preoccupatissima perchè la mia idea mi sembra semplice e praticabile... TROPPO semplice e praticabile per non aver mai visto niente di simile in commercio... quindi potrebbe anche essere un catafalco mostruosamente inutile :-D Vedremo....

Anonimo ha detto...

prova